Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie per migliorare la user experience.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT

Appuntamenti

   Venerdì 17 novembre

oratorio di Pieve

ore 17.30

incontro Cresimandi

con il Vescovo Lauro

 

incontro dei genitori

ore 20.30


 17 - 19 novembre

fine settimana fidanzati

oratorio Canal San Bovo


 Domenica 19 novembre

Festa

Anniversari di Matrimonio

del Vanoi

ore 10.30 chiesa Zortea


 venerdì 24 novembre

ore 20.15

oratorio di Pieve

Gruppo Missionario Decanale


Sabato 25 novembre

chiesa Arcipretale

ore 20.45

Concerto di Santa Cecilia

del Corpo Musicale

Folkloristico di Primiero


Giovedì 23 novembre

ore 20.15

chiesa di Mezzano

celebrazione penitenziale

in preparazione alla Cresima

per Up Vanoi -Imèr e Mezzano

 

 Venerdì 24 novembre

ore 20.15

chiesa Arcipretale

celebrazione penitenziale

in preparazione alla Cresima

per l'UP di Soprapieve

 

Domenica 26 novembre

celebrazione della Cresima

in Decanato

 

Soprapieve

chiesa Arcipretale

ore 10.30

 

Vanoi

 Santi Pietro Paolo e San Giorgio

chiesa di Caoria

ore 15.00


 

 

 Link ad appuntamenti attuali e passati

Facebook icon YouTube fliker

BEATA in Primiero

L’ANNO SERAFINIANO

Suor Maria Serafina

del Sacro Cuore

Beata
(aprile – settembre 2017)

 

Foto MariaSerafina

 

 Sintesi Principali appuntamenti

31 Marzo
Conosciamo la Beata
22-25 Aprile
Sui luoghi della Beata
Maggio

I ragazzi conoscono la Beata

Novena in preparazione

alla Memoria Liturgica

preghiera del Rosario

31 Maggio
Tisi-DonNicola
Celebrazione Solenne con il Vescovo

 20-30 Luglio 

Presenza delle Suore
Degli Angeli in Primiero

Santa Messa
Concerto Music Academy

2 Agosto 
Anniversario Apparizione 
10 Settembre
Conclusione anno Serafiniano

 

Sui luoghi della Beata

22 - 25 aprile

 

Serafina pellegrinaggio


E' disponibile nelle sacrestie la nuova ristampa del libro

 Il dono della Pace. 

Il Dono della Pace del Cardinal Joseph Bernardin
del Cardinal 
Joseph Bernardin


 

Nuova edizione del libro

Un fiore tra i monti

a cura di Floriano Nicolao

libro Serafina

disponibile presso i Sacrestani
delle
Parrocchie e nelle
librerie autorizzate

 

nella chiesa di Imèr

 

 

Benediz. e Imposiz. dello Scapolare della B.V. Maria del Monte Carmelo

Madonna Carmelo 01


I - PREMESSE

 

1. La benedizione dello Scapolare della B. V. Maria del Monte Carmelo si farà preferibilmente durante una celebrazione comunitaria.

 

2. L’imposizione dello Scapolare comporta l’aggregazione alla Famiglia Carmelitana. Hanno la facoltà di benedire lo Scapolare i sacerdoti e i diaconi; possono inoltre imporlo anche altre persone autorizzate.

 

3. Per la benedizione e l’imposizione deve essere usato lo Scapolare del Carmine nella sua forma tradizionale (Vedi Norme pratiche, n. 4). Può venir poi sostituito con l’apposita medaglia (Ibidem, n. 5).

 

4. La benedizione e l’imposizione dello Scapolare avviene secondo i riti e le preghiere che seguono. La forma comune comprende i riti iniziali, la lettura della Parola di Dio e le intercessioni, la preghiera di benedizione e l’imposizione dello Scapolare, i riti finali. Con tutto questo si esprime in maniera compiuta il senso dello Scapolare nella vita dei fedeli che lo ricevono.

 

5. È necessario che in ambedue le formule sia ben espresso il senso spirituale delle grazie unite allo Scapolare della Madonna del Carmine, nonché gli impegni che si assumono con questo segno di devozione alla Vergine Santa.

 

II. RITO DELLA BENEDIZIONE E IMPOSIZIONE DELLO SCAPOLARE

 

6. Riuniti i fedeli, davanti all’altare maggiore o davanti all’immagine della Madonna, il ministro accoglie i fedeli presenti: Canto iniziale o momento di raccoglimento.
Min.: Nel nome del Padre, e del Figlio e dello Spirito Santo.
R/.: Amen.
Min.: Il Signore sia con voi.
R/.: E con il tuo spirito.
Oppure: Min.: La grazia del Signore nostro Gesù Cristo nato da Maria vergine, l’amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti voi.
R/.: E con il tuo spirito.

 

7. Il ministro dispone i presenti a partecipare al rito della benedizione e all’imposizione dello Scapolare con le seguenti parole, o altre simili, che indichino la natura di questa celebrazione: Min.: Durante la vita terrena di Gesù, chi toccava anche solo i lembi del suo mantello veniva guarito. Noi lodiamo il Signore perché nella sua Chiesa continua ad usare i mezzi più umili per mostrarci la sua immensa misericordia. Anche noi possiamo servircene per glorificare il Signore, esprimere il nostro desiderio di servirlo e rinnovare il nostro impegno di fedeltà, assunto con la consacrazione battesimale, per tutta la nostra vita.
Questo Scapolare del Carmine è un “segno” (Pio XII nella Lettera “Neminem profecto latet” lo ha chiamato memoriale) dell’amore materno della Vergine Maria, che ricorda l’iniziativa di lei in favore dei membri della Famiglia Carmelitana, particolarmente nei momenti di maggior bisogno. E' un amore che sollecita una risposta all’amore.
Questo Scapolare è segno della comunione con l’Ordine dei Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo dedicato al servizio della Madonna per il bene di tutta la Chiesa. Con esso voi esprimete il desiderio di partecipare allo spirito e alla vita dell’Ordine.
Lo Scapolare è uno specchio dell’umiltà e della castità di Maria: per la sua semplicità ci invita a vivere con modestia e purezza. Portandolo giorno e notte, esso diventa segno della nostra continua preghiera e di particolare dedizione all’amore e al servizio della Vergine Maria.
Indossando lo Scapolare rinnovate il vostro impegno battesimale di rivestirvi di nostro Signore Gesù Cristo. In Maria sarà custodita la vostra speranza di salvezza, perché in Lei il Dio della Vita ha posto la sua dimora. Lettura della Parola di Dio.

 

8. Uno dei presenti, o lo stesso celebrante, proclama un testo della Sacra Scrittura. Quelli indicati di seguito hanno un riferimento speciale al mistero della salvezza o alla devozione alla Vergine santa. Si può scegliere tra uno dei seguenti:

 

a) Dall’Antico Testamento:
Pr 8,17-21. Io amo quelli che mi amano.
Is 61,10-11. Mi ha rivestito di un manto di giustizia.
2Re 2,7-13. Il mantello di Elia cade su Eliseo.
Bar 5, 1-5. Rivestitevi della bellezza di Dio.
Ez 16,8-14. La tua bellezza era perfetta.

 

b) Dal Nuovo Testamento:
Mc 5,25-34. La donna toccò la veste di Gesù e fu guarita.
Lc 2,4-8. Maria avvolse in fasce il suo Primogenito.
Rm 2,1-2. E' questo il vostro culto spirituale.
Gal 4,4-7. Dio ha mandato suo Figlio nato da donna.
Ef 4, 17,20-24. Rivestitevi dell’uomo nuovo.
Ef 6,10-17. Prendete forza dal Signore.

 

9. Breve esortazione.
Terminata la lettura, il ministro rivolge alcune parole ai presenti per illustrare il senso della celebrazione, le grazie e gli impegni che derivano dallo Scapolare, alla luce della Parola di Dio.
Segue un momento di silenzio.


Intercessioni
10. Segue la preghiera comune o universale. Qui vengono proposte alcune intenzioni. Si può scegliere tra le più convenienti o aggiungerne altre maggiormente adatte alle circostanze.
Min.: Care sorelle, cari fratelli: noi godiamo del patrocinio della Vergine Maria, Madre di Dio. Nel suo seno il Verbo di Dio ha rivestito la nostra mortalità prendendo la nostra carne. Preghiamo il Padre perché possiamo rispecchiare nella nostra vita Gesù nostro fratello per la potenza dello Spirito Santo e diciamo:
R/.: Donaci, Signore, di rivestirci di Gesù Cristo.
Padre santo, che hai rivestito il tuo Figlio della nostra carne umana per renderci partecipi della tua vita divina,
- per intercessione della Vergine Maria, sua perfetta discepola, fa’ che siamo rivestiti della sua divinità.
Padre Santo, che hai voluto che tuo Figlio fosse simile a noi, eccetto nel peccato, perché seguendo le sue orme fossimo in tutto conformi alla sua immagine,
- per intercessione della Vergine Maria fa’ che imitiamo Cristo e ti siamo graditi in tutte le nostre opere.
Padre Santo, che ci chiami al banchetto della grazia, rivestiti con l’abito nuziale, per rivelarci il tuo amore,
- per intercessione della Vergine Maria, rivestirci della sua carità operosa e del suo amoroso servizio.
Padre Santo, che hai rivestito di sole Maria, e in lei hai schiacciato la testa del serpente,
- per intercessione della Vergine fa’ che siamo capaci di superare le insidie del maligno nella nostra vita e nel mondo in cui viviamo.
Padre Santo, che hai scelto Maria come figlia della Nuova Alleanza,
- per intercessione di Maria, Vergine del Cuore Nuovo, purifica i nostri cuori, e fortifica la nostra fede.
Padre Santo, che hai guardato l’umiltà della tua Serva, e con la sua bocca hai proclamato la potenza del tuo braccio,
- per intercessione di Maria, fa’ che siamo profeti del tuo Regno, che proclamano la tua misericordia per ogni generazione.
Padre Santo, hai dato al tuo Figlio una madre che lo avvolse nelle fasce,
- per intercessione della Vergine Madre, fa’ che amiamo i poveri e gli emarginati, e siamo uniti con loro per costruire un mondo più giusto e fraterno.
Padre Santo, che ci hai avvolti con il manto della giustizia e della santità,
- per intercessione della Vergine Maria santificaci in Cristo e rendici cooperatori generosi nell’opera di salvezza di questo mondo.
Padre Santo che ci hai benedetti con ogni benedizione spirituale in Cristo,
- per intercessione della Vergine Maria, fa’ che passiamo facilmente dalla morte alla vita.


Preghiera di benedizione
11. Il ministro con le braccia allargate, pronuncia questa preghiera di benedizione:
Min.: O Dio, autore e perfezionatore della santità che chiami alla pienezza della vita cristiana e alla perfezione della carità coloro che hai fatto nascere dall’acqua e dallo Spirito Santo, guarda con benevolenza coloro che stanno per ricevere devotamente lo Scapolare del Carmine che porteranno diligentemente come segno della loro offerta alla Vergine Maria del Monte Carmelo. Fa’ che lasciandosi amare dalla Vergine tenerissima, siano conformi all’immagine del tuo Figlio Gesù Cristo, e dopo aver percorso felicemente il cammino della vita, possano entrare nella gioia della tua casa. Per Cristo nostro Signore.
R/.: Amen.
Segue l’aspersione con l’acqua benedetta.


Imposizione dello Scapolare
12. Il ministro impone quindi lo Scapolare a ciascun fedele che lo ha richiesto e dice:
Min.: Ricevi questo Scapolare (col quale entri nella Confraternita della famiglia della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo). Fiducioso dell’amore preveniente di così grande Madre, dedicati alla sua imitazione e alla sua intimità.
Porta questo simbolo come ricordo della presenza di Maria nell’impegno quotidiano di rivestirti interiormente di Gesù Cristo e di manifestarlo vivente in te per il bene della Chiesa e di tutta l’umanità e a gloria della Santissima Trinità.
R/.: Amen.


13. Se necessario, il ministro può dire una volta per tutti, a voce alta, la formula dell’imposizione dello Scapolare. Tutti rispondono insieme ‘Amen’ e si accostano al ministro per ricevere lo Scapolare.


14. Terminata l’imposizione, il ministro rivolge a tutti queste parole:
Min.: Ricevendo questo Scapolare siete stati accolti nella Famiglia del Carmelo, consacrata in special modo all’imitazione e al servizio della Vergine Madre di Dio, perché possiate vivere per Cristo e la sua Chiesa con il medesimo spirito contemplativo e apostolico dell’Ordine del Carmelo.
E perché possiate conseguire perfettamente questo ideale, con le facoltà che mi sono concesse, io vi ammetto alla partecipazione di tutti i beni spirituali dell’Ordine del Carmelo.


15. Dopo aver spiegato brevemente e con chiarezza gli impegni e gli obblighi che comporta l’ammissione alla famiglia del Carmine in forma istituzionale, il ministro conclude il rito con una solenne benedizione.


Conclusione del rito
16. Il ministro stendendo le mani sui presenti:
Min.: Il Padre vi inondi del suo amore misericordioso donatoci in Cristo Gesù figlio della Vergine Maria.
R/.: Amen.
Min.: Gesù Cristo vi faccia partecipi dell’amore del Padre nel calore materno della Vergine del Carmelo sì che diventiate operatori di ogni bene.
R/.: Amen.
Min.: Lo Spirito che vi ha ispirato di porvi sotto il manto di Maria, vi faccia apostoli nel cammino della pace e della giustizia.
R/.: Amen.
Min.: E la benedizione di Dio onnipotente Padre e Figlio e Spirito Santo discenda su di voi e con voi rimanga sempre.
R/.: Amen.
oppure:
Min.: Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
R/.: Amen.


17. La celebrazione può terminare con un canto mariano adatto, come ad esempio, Flos Carmeli, Salve Regina, Sub tuum praesidium.


RITO ALTERNATIVO PER LA BENEDIZIONE E IMPOSIZIONE DELLO SCAPOLARE (forma breve)
18. Riuniti i fedeli davanti ad un’immagine della Madonna, il ministro si rivolge a coloro che devono ricevere lo Scapolare, invitandoli a partecipare degnamente alla celebrazione.
Min.: Nel nome del Padre, e del Figlio e dello Spirito Santo.
R/.: Amen.
Min.: La grazia del Signore nostro Gesù Cristo nato da Maria Vergine, l’amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti voi.
R/.: E con il tuo spirito.


19. Il ministro espone brevemente il significato della benedizione e dell’imposizione dello Scapolare.
Lettura della Parola di Dio


20. Si può proclamare un testo breve della Parola di Dio, come per esempio:


a) Dall’Antico Testamento:
Pr 8,1 7-21. lo amo quelli che mi amano.
Is 61,10-11. Mi ha rivestito di un manto di giustizia.
2 Re 2,7-13. Il mantello di Elia cade su Eliseo.
Bar 5, 1-5. Rivestitevi della bellezza di Dio.
Ez 16,8-14. La tua bellezza era perfetta.


b) Dal Nuovo Testamento:
Mc 5,25-34. La donna toccò la veste di Gesù e fu guarita.
Lc 2,4-8. Maria avvolse in fasce il suo Primogenito.
Rm 2,1-2. E' questo il vostro culto spirituale.
Gal 4,4-7. Dio ha mandato suo Figlio nato da donna.
Ef 4, 17, 20-24. Rivestitevi dell’uomo nuovo.
Ef 6,10-17. Prendete forza dal Signore.

Intercessioni
21. Segue la preghiera comune o universale.
Min.: Preghiamo Dio nostro Padre per intercessione della Vergine Maria:
R/.: Ti preghiamo, ascoltaci!
- Perché coloro che indossano lo Scapolare siano rivestiti di Cristo con la grazia dello Spirito Santo.
- Perché coloro che indossano lo Scapolare vivano il loro impegno battesimale di rivestirsi di Cristo.
- Perché coloro che indossano lo Scapolare siano fortificati nella fede, nella speranza e nella carità.
- Perché coloro che indossano lo Scapolare siano membra vive nella Famiglia del Carmelo con le loro preghiere, i sacrifici e le buone opere.
- Perché coloro che indossano lo Scapolare siano una continuazione dell’amore che Gesù portò alla Madre sua.
- Perché coloro che indossano lo Scapolare si rivestano delle virtù della Vergine purissima, sappiano ascoltare la Parola di Dio e viverla ogni giorno.
- Perché coloro che indossano lo Scapolare, per intercessione di Maria, siano illuminati nella contemplazione, gioiosi nella fraternità e zelanti nel servizio agli altri.
- Perché coloro che indossano lo Scapolare vivano in modo da essere pronti ad entrare nell’assemblea dei Santi, con Maria santissima, rivestiti della veste nuziale.

Preghiera di benedizione
22. Il ministro, con le mani distese, prega così:
Min.: Padre santo, che prediligi ed aumenti la carità, hai voluto che il Tuo Figlio Unigenito Gesù Cristo prendesse la nostra carne umana nel seno della Vergine Maria per opera dello Spirito Santo; concedi a questo tuo figlio (questa tua figlia) che sta per indossare con devozione lo Scapolare della famiglia della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo la grazia di rivestirsi del Signore Gesù in tutte le circostanze di questa vita e raggiungere così la gloria eterna. Per Cristo nostro Signore.
R/.: Amen.
Segue l’aspersione con l’acqua benedetta.


Imposizione dello Scapolare
23. Il ministro impone quindi lo Scapolare, dicendo:
Min.: Ricevi questo Scapolare col quale entri a far parte della famiglia dei Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo; portalo come segno della protezione materna della Vergine e del tuo impegno nell’imitarla e nel servirla. Ti aiuti la Madre di Dio a rivestirti di Cristo. Egli viva in te per rendere gloria alla Trinità e cooperare nella Chiesa al bene dei fratelli.
R/.: Amen.


24. Il ministro annuncia l’aggregazione alla famiglia carmelitana in forma istituzionale con queste o con altre parole:
Min.: Per la facoltà che mi è stata concessa ti ammetto alla partecipazione di tutti i beni spirituali dell’Ordine del Carmelo.
Il ministro spiega gli obblighi e gli impegni che derivano dall’indossare lo Scapolare e conclude con il rito di benedizione.

Conclusione del rito
25. Il ministro benedice con la formula breve:
Min.: La benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo, discenda su di voi e con voi rimanga sempre.
R/.: Amen.
oppure:
Min.: Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
R/.: Amen.

Depliant scaricabili

 Orari Sante Messe

e appuntamenti
Estate 2017

Chiesetta di Passo Rolle
 

Gli orari delle Sante Messe e il depliant da scaricare o consultare


 

Sentiero Nettare di Vita 
Primiero a 10 Passi dal Cielo
Nettare di VitaA 10 Passi Dal Cielo

 

Lo abbiamo percorso
assieme il giorno

01 Settembre 2014
Guarda il Video

e  le foto


Chiese sui monti
di Primiero

chiesa Vederna

 


Chiara Lubich fondatrice del Movimento dei focolarini

Chiara Lubich

 

Cenni di Biografia e cartina dei luoghi visitati da Chiara Lubich in Primiero

 


Beata Suor
Serafina Micheli

Suor Serafina Micheli Percorso

 

I luoghi della vita e due percorsi: il primo su sentieri benedetti dai passi della
Beata; il secondo, gradevole per il paesaggio e la natura, sa aprire il cuore.




La Crosera 
Crosera


L'antico cammino La Crosera
propone un itinerario alla riscoperta di piccoli e grandi angoli di pace e di meditazione, seguendo le tracce dei pellegrini e dei viandanti attraverso strade e sentieri del tempo passato.